Secondo le norme ISO 9000, le aziende che operano in regime di Qualità devono sottoporre tutti gli strumenti di misura (comprese le bilance) utilizzati nelle varie fasi del processo produttivo, alla taratura periodica mediante campioni con riferibilità a campioni nazionali o internazionali.
La norma UNI 10127-2 riporta alcuni riferimenti per la scelta dell’intervallo di taratura, a seconda dello strumento. Ma è comunque consigliabile non superare i tre anni.  


Oltre a tali norme, per determinare ogni quanto tempo è necessario procedere alla taratura di una
bilancia professionale, occorre tenere conto di queste informazioni: raccomandazioni fornite dal costruttore, frequenza di utilizzo dello strumento, modalità d’uso e condizioni ambientali, accuratezza della misura desiderata, eventuali urti, cadute o altri tipi di shock meccanico.

Categorie: NEWS

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *